Il Premio letterario Vittoria Aganoor Pompilj, istituito dal Comune di Magione nel 1998, rende omaggio alla poetessa veneta Vittoria Aganoor trasferitasi in Umbria dopo il matrimonio, avvenuto nel 1901, con il deputato perugino Guido Pompilj. Il premio prende spunto dal grande patrimonio di lettere scritte dalla poetessa che intratteneva fitte corrispondenza con familiari, amici e personaggi eminenti del mondo culturale del tempo. Unico premio in Italia dedicato esclusivamente a corrispondenze, carteggi ed epistole il premio nasce con la volontà di recuperare e salvare un tipo di scrittura che, con gli attuali strumenti di comunicazione, rischia di scomparire e valorizzare il lavoro di studiosi che si occupano di carteggi ed epistolari, strumenti fondamentali per la ricostruzione e la conoscenza di avvenimenti culturali, storici ed artistici raccontati, quasi sempre, da chi li ha direttamente vissuti

PRIMA SEZIONE
Riservata ad opere in lingua italiana nelle quali vengono pubblicati carteggi e/o corrispondenze epistolari di figure rappresentative, in ambito culturale, della società italiana. I carteggi e/o gli epistolari devono essere trascritti e curati seguendo rigorosi criteri filologici dichiarati dal curatore. Le opere devono essere state stampate nei tre anni precedenti la data di pubblicazione del bando.
Giuria:
Clara Sereni presidente onorario;
Maurizio Tarantino presidente;
Adriana Chemello (Università di Padova);
Isabella Nardi (Università di Perugia);
Mario Squadroni (Soprintendente archivistico Umbria e Marche).
Massimiliano Tortora (Università di Perugia),
Vanni Ruggeri (ricercatore).

SECONDA SEZIONE
“Mio caro amico vi porgo le mani” Riservata a componimenti inediti sotto forma di lettera su tema annuale
Giuria:
Vittoria Bartolucci (poetessa) presidente,
Patrizia Ciminati (La Valigia Blu),
Francesco Girolmoni (Biblioteca Comunale “Vittoria Aganoor Pompilj”),
Stefania Quaglia (Ufficio Cultura Comune Magione)

La cerimonia si tiene, annualmente la prima domenica di settembre, nel piccolo borgo di Monte del Lago costruito su un promontorio affacciato sul lago Trasimeno che conserva la villa Aganoor in cui abitarono i coniugi Pompilj, villa Schnabl, la chiesa di San’Andrea, con pregevoli affreschi e resti delle antiche mura.

monte-del-lago

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.