CERIMONIA PREMIAZIONE XV EDIZIONE PREMIO VITTORIA AGANOOR

letture di Maria Pia Cricco e Gianfranco Zampetti

Difficile ricordare le persone che hanno lavorato affinché questo premio letterario, sempre più prestigioso a livello nazionale, arrivasse alla XV edizione. È comunque un grande piacere vedere riconosciuto, dalle case editrici di tutta Italia che ogni anno partecipano alla prima sezione, l’alto valore delle opere premiate.

Con la seconda sezione si è voluto, invece, ricondurre le persone a quel momento intimo e personale che è la scrittura di una lettera. Negli anni la partecipazione non solo è aumentata ma si osserva, in generale, un progressivo ritorno alla scrittura a mano, alla vendita di bella carta da lettere e di scatole per bella calligrafia, con tanto di penna d’oca e inchiostro. Sono aumentate progressivamente le pubblicazioni di carteggi e se quindici anni fa ci guardavano con un po’ di stranezza quando dovevamo spiegare cosa premiavamo, oggi scopriamo che in molte altre località italiane sono nati concorsi che danno un premio alle lettere. Non vogliamo prenderci il merito dell’unicità, anche perché abbiamo dei precedenti illustri: le migliaia di lettere d’amore che ogni anno arrivano a Verona, città di Giulietta e Romeo, ma ci piace pensare di essere stati un po’ pionieri in questo settore letterario.

Leave a Reply

Your email address will not be published.