2016

Promosso dal Comune di Magione (PG) per valorizzare la scrittura epistolare e il lavoro di studiosi e ricercatori
XVII edizione Premio Vittoria Aganoor Pompilj, pubblicato il bando
La cerimonia di premiazione nell’ambito del Festival delle Corrispondenze di Monte del Lago
MAGIONE 1 aprile 2016 – Pubblicato dal Comune di Magione (PG) il bando della XVII edizione del Premio letterario nazionale Vittoria Aganoor Pompilj riservato alla scrittura epistolare. Il premio è articolato in due sezioni: la prima riservata a carteggi o corrispondenze pubblicate in edizione critica, unico nel suo genere in Italia, la seconda a componimenti inediti in forma di lettera, su un tema che varia ad ogni edizione.
«Proporre diciassette anni fa – afferma Vanni Ruggeri, delegato alla cultura del Comune di Magione – un premio letterario riservato alla forma di scrittura epistolare, in un contesto storico in cui la tecnologia stava, e sta tuttora, trasformando radicalmente le dinamiche e le pratiche della comunicazione, fu una vera sfida che ad oggi crediamo abbia dato risultati molto positivi».
«Il nostro scopo – spiega Ruggeri – è quello di valorizzare il lavoro di studiosi e ricercatori: un lavoro che, partendo dalla ricerca documentaria e attraverso rigorosi criteri filologici di trascrizione e di curatela, approda a edizioni di carteggi ed epistolari che spaziano dall’arte alla politica, dall’economia alla scienza. Tali opere, sottoposte all’esame di una giuria altamente qualificata, costituiscono fonti essenziali per ricostruire tanto il profilo biografico di un personaggio, quanto lo spirito complessivo di un’epoca, e non di rado raggiungono livelli di assoluta letterarietà». «L’idea alla base della seconda sezione – prosegue Ruggeri – è invece quella di “ri-definire” i caratteri peculiari della scrittura epistolare, proponendo allo scrittore di oggi di cimentarsi con genere dotato di una sua specificità formale e sostanziale, lasciandosi ispirare da un tema suggerito dalle parole della poetessa Vittoria Aganoor. A loro volta, tutti i componimenti pervenuti entrano a far parte di una antologia letteraria che costituisce la migliore testimonianza della vitalità e della intrinseca bellezza di questo genere di scrittura dell’io».
La giuria della prima sezione è composta da: Clara Sereni, presidente onorario; Maurizio Tarantino, presidente; Adriana Chemello (Università di Padova); Isabella Nardi (Università di Perugia); Vanni Ruggeri (storico); Mario Squadroni (Soprintendente archivistico Umbria e Marche). Massimiliano Tortora (Università di Perugia). Al vincitore viene assegnato un premio unico di 800.00 euro
La giuria della seconda sezione, riservata a componimenti inediti sotto forma di lettera, è composta da Vittoria Bartolucci, presidente; Fabio Versiglioni, (presidente Associazione editori umbri); Patrizia Ciminati (La Valigia Blu: destinazione poesia), Francesco Girolmoni (Biblioteca comunale “Vittoria Aganoor Pompilj”), Stefania Quaglia (Ufficio cultura Comune Magione). Ai primi tre classificati viene assegnato un premio in denaro.
L’edizione 2015 prima sezione è stata vinta dal carteggio “Elena Croce-Maria Zambrano. A presto dunque, e a sempre (Lettere 1955-1990), a cura di Elena Laurenzi, Milano. Rosellina Archinto editore. La seconda sezione da Liliana Sghettini di Pescara.
In allegato foto cerimonia premiazione con Benedetta Craveri figlia di Elena Croce

Bando del premio sul sito www.magione cultura.it;
pagina fb: premio vittoria aganoor
Video cerimonia premiazione 2015